Folge uns
iBookstore
Android app on Google Play
Gefällt mir
Ein Programm der Universität Leiden
Bisogna aggiungere un po’ di pepe a questo gas cosmico?
9. May 2012

È divertente quando un oggetto nello spazio ci ricorda qualcosa che vediamo sulla Terra. Per esempio, dai un’occhiata a questa nuova foto spaziale che mostra decine di migliaia di stelle. Sembra un nugolo di lucciole su un prato!

Un gruppo di stelle come questo si chiama ammasso globulare. È la forza di gravità che tiene le stelle così vicine. Tutte le stelle dell’ammasso globulare sono nate all’incirca nello stesso periodo, dalla stessa nuvola di gas. In pratica, queste stelle sono sorelle!

Esse sono molto più vecchie della stella più vicina a noi, il Sole. Mentre il nostro Sole ha soltanto 5 miliardi di anni, le stelle di quest’ammasso ne hanno più di 10. In realtà, gli ammassi globulari sono alcuni fra gli oggetti più vecchi del nostro Universo!

All’epoca in cui sono nate queste stelle, l’Universo era un posto molto diverso rispetto a quando è nato il nostro Sole. C’erano molti meno ingredienti a disposizione per fare le stelle – praticamente soltanto gas d’idrogeno. Il Sole, invece, si è formato in una nuvola d’idrogeno condita con una gran varietà di elementi chimici, fra cui l’ossigeno, il ferro e l’oro.

Questi ingredienti extra erano stati creati dentro a delle stelle prima che esse morissero, e durante le esplosioni che segnavano la fine della vita di alcune stelle. Con la loro morte, questi ingredienti sono stati diffusi nello spazio. Le stelle dell’ammasso globulare, però, si sono formate quando l’Universo era molto giovane, e non c’era ancora stato tempo di aggiungere un po’ di pepe al gas cosmico!

Fatto curioso

In quest’ammasso globulare ci sono circa 100 000 stelle, dentro una specie di palla che è grande soltanto 25 volte la distanza fra il Sole e la sua stella più vicina!

Links

Questa Notizia spaziale si basa su un comunicato stampa dell’ESO.

Share:

Bilder

Braucht dieser kosmische Nebel mehr Zutaten?
Braucht dieser kosmische Nebel mehr Zutaten?

Printer-friendly

PDF File
1,2 MB