Folge uns
iBookstore
Android app on Google Play
Gefällt mir
Ein Programm der Universität Leiden
Der Tanz des einsamen Sterns
3. February 2018

Space Scoop (Italian)

Hier können Sie das neueste Space Scoop lesen, unseren Astronomie Nachrichten Service für Kinder ab einem Alter von 8 Jahren. Die Idee hinter Space Scoop ist es, die Art zu ändern, wie Wissenschaft von jungen Kindern oft wahrgenommen wird, nämlich als veraltet und mit langweiligen Themen. Indem wir aufregende neue astronomische Entdeckungen mit Kindern teilen, können wir sie dafür begeistern, ein Interesse an Wissenschaft und Technik zu entwickeln. Space Scoop ist ein wunderbares Mittel, das in Klassenräumen verwendet werden kann, um die jüngsten Nachrichten aus der Astronomie zu lehren und zu diskutieren. 

Space Scoop ist verfügbar in den folgenden Sprachen:

Englisch, Dutch, Italian, German, Spanish, Polish, Albanian, Arabic, Bengali, Bulgarian, Chinese, Czech, Danish, Farsi, French, Greek, Gujarati, Hebrew, Hindi, Hungarian, Icelandic, Indonesian, Japanese, Korean, Maltese, Norwegian, Portuguese, K’iche’, Romanian, Russian, Sinhalese, Slovenian, Swahili, Tamil, Tetum, Turkish, Tz’utujil, Ukrainian, Vietnamese, Welsh

Il Tempo Vola su un Pianeta Alieno
30. April 2014:
La stella che visse due volte
18. March 2013: Nel 1604, una nuova stella apparve nel cielo notturno. Brillava più di ogni altra stella e per tre settimane fu possibile vederla perfino durante il giorno! Questa luce misteriosa era causata dalla morte esplosiva di una stella vicina a noi. Esplosioni simili si chiamano "supernovae", ed emettono così tanta luce da essere, per qualche settimana, più brillanti di una galassia con miliardi di stelle! Poi, lentamente, la loro luce si affievolisce e rimangono soltanto delle belle nubi scintillanti di gas, come quelle in questa foto.
L'incredibile aldilà delle stelle giganti
6. March 2013: Le stelle di neutroni sono i nuclei super-compatti che rimangono dopo che le stelle massicce arrivano alla fine della loro vita ed esplodono. Gli strati più esterni della stella sono soffiati via durante l'esplosione, ma il materiale al centro collassa su se stesso, dando origine a una palla densissima (cioè molto compressa) di materia. Questo processo porta alla formazione degli oggetti celesti più compatti dopo i buchi neri: le stelle di neutroni!
Congratulazioni! È un pianeta!
28. February 2013: Quando una donna è incinta, i dottori le fanno delle ecografie all'utero per tenere d'occhio la crescita del bambino. Recentemente gli astronomi hanno fatto qualcosa di molto simile a una stella vicina - per caso! Mentre osservavano il disco gassoso che circonda la stella, hanno scoperto con grande sorpresa un pianeta, che stava crescendo proprio lì dentro! È la prima volta che un pianeta viene osservato nella fasi iniziali della sua vita. Quest'immagine, realizzata da un artista, ci mostra quale dovrebbe essere l'aspetto del pianeta da vicino.
Da dove vengono i raggi cosmici?
14. February 2013: I raggi cosmici sono particelle di altissima energia che vengono da molto lontano, ben oltre il Sistema solare. Per questo i raggi cosmici ci permettono di studiare il materiale dello spazio profondo. Purtroppo, però, i campi magnetici della nostra galassia e del Sistema solare modificano le traiettorie dei raggi cosmici al punto che non riusciamo a ripercorrerle indietro fino a capirne l'origine. Finalmente, studiando i resti di una stella morta migliaia di anni fa, gli astronomi hanno trovato degli indizi che permettono di dire quale sia l'origine dei raggi cosmici.
La notte è in fiamme
23. January 2013: Il Sole che illumina il cielo durante il giorno, e i puntini brillanti che splendono nel cielo di notte, sono tutte stelle - sfere giganti di gas incandescente. Le stelle nascono nello spazio, all'interno di spesse nubi di gas. Questo ce lo dicono gli astronomi, che per scoprirlo hanno dovuto costruire speciali telescopi in grado di catturare anche quella luce che i nostri occhi non possono vedere. Utilizzando i telescopi, gli astronomi sono in grado di scrutare all'interno delle nubi oscure dove nascono le stelle, per vedere cosa succede.
Quando il pianeta rosso era blu
17. January 2013: Sicuramente sai già che la Terra non è l'unico pianeta del Sistema solare, e che di pianeti ce ne sono in tutto otto. Sotto molti punti di vista, il pianeta più simile alla Terra è Marte, che viene chiamato "pianeta rosso" per il colore della sua superficie. Ma è sempre più chiaro che in passato Marte è stato per tantissimo tempo un pianeta blu, ricoperto di laghi, fiumi e mari, proprio come la Terra!
Luce nel buio
16. January 2013: Non sempre le cose sono ciò che sembrano, specialmente nello spazio. Spesso le regioni più vuote del cielo nascondono i segreti più interessanti. In questa nuova bellissima immagine, una nube scintillante di polvere cosmica si staglia su uno sfondo di stelle. A occhio nudo si direbbe che nubi come questa siano deserte e scure, ma in realtà alcune di esse contengono le nebulose più brillanti e le stelle giovani più calde dell'Universo!
Venere vulcanico
4. December 2012: Sulla Terra, i vulcani attivi sono uno dei fenomeni più affascinanti e maestosi offerti dalla natura. Ora gli astronomi hanno scoperto che i vulcani possono eruttare con violenza anche su Venere, il pianeta più vicino alla Terra.
Dai grani ai pianeti
30. November 2012: Per tanto tempo abbiamo pensato che i pianeti si formassero e vivessero in prossimità delle stelle. Per esempio, il Sole è la stella madre di tutti i pianeti del Sistema solare. Adesso, però, gli astronomi hanno scoperto che anche altri oggetti possono fare i loro pianeti! Quindi i pianeti rocciosi come la Terra potrebbero essere perfino più comuni, nell'Universo, di quanto ci immaginavamo finora!
Scoppi spaziali!
28. November 2012: I buchi neri hanno una cattiva reputazione: si dice che divorino tutto ciò che li circonda facendolo sparire per sempre. Un fatto meno noto è che ogni tanto i buchi neri generano getti potentissimi, con cui sparano fuori materiale. Gli astronomi hanno appena scoperto due di questi getti, ed entrambi sono da Guinness dei primati!
Il cugino pelato di Plutone
21. November 2012: Sembra che Makemake, un pianeta nano del nostro Sistema solare, non abbia atmosfera. Insomma, è pelato! Per questo motivo non può neppure appigliarsi a quei due raggi di sole che riceve alla distanza a cui si trova, e cioè più lontano dal Sole di suo cugino Plutone.
Bolle spaziali
16. November 2012: Gli astronomi hanno immortalato un evento davvero speciale: il risveglio di una nebulosa planetaria, fenomeno che in inglese si chiama "reborn planetary nebula". Come puoi vedere in quest'immagine, si tratta di una bolla di gas all'interno di una bolla già soffiata - la nebulosa planetaria. La maggior parte delle stelle alla fine della vita diventano nebulose. Ogni tanto, come in questo caso, lo fanno per due volte.
Un pianeta solitario perso nello spazio
14. November 2012: Nello spazio è stato avvistato un pianeta solitario che si aggirava senza nessuna stella-genitore intorno! Si pensa che questo piccolo orfano si sia formato ugualmente agli altri pianeti, dal materiale di scarto che circondava una stella giovane. Ma per qualche ragione è stato buttato fuori di casa.
Stelle pensionate con l'hobby della scultura
8. November 2012: Quando la gente va in pensione si trova qualche hobby per riempire il tempo libero: c'è chi inizia a disegnare, chi va a pesca... Recentemente gli astronomi hanno scoperto che due stelle "in pensione" (chiamate nane bianche) al centro di questa bella nebulosa si sono date alla scultura! I getti di materiale colorati in rosso che escono fuori dai due lati di questa nebulosa vengono curvati in queste forme di S dalla danza in corso fra queste due stelle di una certa età.
Viaggio alla scuola delle stelle
7. November 2012: Se tu cercassi qualche informazione sui giovani, fare un giro in una scuola sarebbe una buona idea, giusto? Questa fotografia mostra una "scuola" stellare, frequentata da migliaia di stelle fra le più luminose e grandi del cielo. Quando gli astronomi vogliono studiare le stelle giovani, quest'ammasso - che si chiama Cygnus OB2 - è uno dei primi posti in cui guardano.
C'è il trucco!
31. October 2012: La palla di stelle al centro di questa fotografia è incredibilmente vecchia. Prima che i primi esseri umani si aggirassero sulla Terra, queste stelle stavano già bruciando. Un gruppo di stelle come questo si chiama ammasso globulare, e ha circa 10 miliardi di anni - in pratica quasi l'età dell'Universo!
Scoperto un vicino!
17. October 2012: Gli astronomi hanno scoperto un pianeta delle stesse dimensioni della Terra appena fuori dal nostro Sistema solare, in orbita attorno alla stella più vicina al Sole! Per tanto tempo gli scienziati hanno discusso sulla possibilità che ci fossero dei pianeti in orbita attorno a questa stella, Alpha Centauri. Si tratta di una stella molto simile al nostro Sole, e rappresenta il posto più vicino in cui cercare la vita al di fuori del Sistema solare. Per lunghi anni, però, le ricerche non avevano portato a nessun risultato. Fino a oggi.
A caccia di farfalle
10. October 2012: Gli astronomi hanno iniziato la caccia delle nebulose planetarie!
Birdwatching nello spazio
26. September 2012: Ti è mai sembrato di riconoscere i profili di animali o persone nelle nuvole? Succede anche agli astronomi, ma le loro nuvole si chiamano “nebulose” e sono lontanissime nello spazio. A differenza delle nubi sulla Terra, che sono fatte d'acqua, le nebulose sono costituite da gas e polvere. Gli astronomi hanno riconosciuto la forma di una testa d'uccello negli sbuffi di una di queste nuvole, e l'hanno chiamata Nebulosa Gabbiano.
Angezeigt werden 41 bis 60 von 91