Folge uns
iBookstore
Android app on Google Play
Gefällt mir
Ein Programm der Universität Leiden
Verfolgung eines ausgebüchsten Schwarzen Lochs
24. May 2017

Space Scoop (Italian)

Hier können Sie das neueste Space Scoop lesen, unseren Astronomie Nachrichten Service für Kinder ab einem Alter von 8 Jahren. Die Idee hinter Space Scoop ist es, die Art zu ändern, wie Wissenschaft von jungen Kindern oft wahrgenommen wird, nämlich als veraltet und mit langweiligen Themen. Indem wir aufregende neue astronomische Entdeckungen mit Kindern teilen, können wir sie dafür begeistern, ein Interesse an Wissenschaft und Technik zu entwickeln. Space Scoop ist ein wunderbares Mittel, das in Klassenräumen verwendet werden kann, um die jüngsten Nachrichten aus der Astronomie zu lehren und zu diskutieren. 

Space Scoop ist verfügbar in den folgenden Sprachen:

Englisch, Dutch, Italian, German, Spanish, Polish, Albanian, Arabic, Bengali, Bulgarian, Chinese, Czech, Danish, Farsi, French, Greek, Gujarati, Hebrew, Hindi, Hungarian, Icelandic, Indonesian, Japanese, Korean, Maltese, Norwegian, Portuguese, K’iche’, Romanian, Russian, Sinhalese, Slovenian, Swahili, Tamil, Tetum, Turkish, Tz’utujil, Ukrainian, Vietnamese, Welsh

A caccia del buco nero (in fuga)
24. May 2017:
Cassini: conto alla rovescia per il gran finale.
4. May 2017:
L'universo si sta espandendo sempre più velocemente?
27. January 2017:
Ciao ciao dalla sonda Cassini
20. January 2017:
Un viaggio nello spazio profondo: l’Universo più lontano visto nei raggi X
15. January 2017:
Perché le stelle massicce sono così gassose?
19. December 2016:
Un’origine oscura per un esplosione misteriosa
12. December 2016:
Uno spettacolo di ombre cosmiche
5. December 2016:
Una foto di famiglia. Stellare.
28. November 2016:
15000 rocce spaziali (e non è finita qui…)
10. November 2016:
Guardare dentro la Terra con il magnetismo
17. October 2016:
Plutone a raggi X
10. October 2016:
Il Tempo Vola su un Pianeta Alieno
30. April 2014:
La stella che visse due volte
18. March 2013: Nel 1604, una nuova stella apparve nel cielo notturno. Brillava più di ogni altra stella e per tre settimane fu possibile vederla perfino durante il giorno! Questa luce misteriosa era causata dalla morte esplosiva di una stella vicina a noi. Esplosioni simili si chiamano "supernovae", ed emettono così tanta luce da essere, per qualche settimana, più brillanti di una galassia con miliardi di stelle! Poi, lentamente, la loro luce si affievolisce e rimangono soltanto delle belle nubi scintillanti di gas, come quelle in questa foto.
L'incredibile aldilà delle stelle giganti
6. March 2013: Le stelle di neutroni sono i nuclei super-compatti che rimangono dopo che le stelle massicce arrivano alla fine della loro vita ed esplodono. Gli strati più esterni della stella sono soffiati via durante l'esplosione, ma il materiale al centro collassa su se stesso, dando origine a una palla densissima (cioè molto compressa) di materia. Questo processo porta alla formazione degli oggetti celesti più compatti dopo i buchi neri: le stelle di neutroni!
Congratulazioni! È un pianeta!
28. February 2013: Quando una donna è incinta, i dottori le fanno delle ecografie all'utero per tenere d'occhio la crescita del bambino. Recentemente gli astronomi hanno fatto qualcosa di molto simile a una stella vicina - per caso! Mentre osservavano il disco gassoso che circonda la stella, hanno scoperto con grande sorpresa un pianeta, che stava crescendo proprio lì dentro! È la prima volta che un pianeta viene osservato nella fasi iniziali della sua vita. Quest'immagine, realizzata da un artista, ci mostra quale dovrebbe essere l'aspetto del pianeta da vicino.
Da dove vengono i raggi cosmici?
14. February 2013: I raggi cosmici sono particelle di altissima energia che vengono da molto lontano, ben oltre il Sistema solare. Per questo i raggi cosmici ci permettono di studiare il materiale dello spazio profondo. Purtroppo, però, i campi magnetici della nostra galassia e del Sistema solare modificano le traiettorie dei raggi cosmici al punto che non riusciamo a ripercorrerle indietro fino a capirne l'origine. Finalmente, studiando i resti di una stella morta migliaia di anni fa, gli astronomi hanno trovato degli indizi che permettono di dire quale sia l'origine dei raggi cosmici.
La notte è in fiamme
23. January 2013: Il Sole che illumina il cielo durante il giorno, e i puntini brillanti che splendono nel cielo di notte, sono tutte stelle - sfere giganti di gas incandescente. Le stelle nascono nello spazio, all'interno di spesse nubi di gas. Questo ce lo dicono gli astronomi, che per scoprirlo hanno dovuto costruire speciali telescopi in grado di catturare anche quella luce che i nostri occhi non possono vedere. Utilizzando i telescopi, gli astronomi sono in grado di scrutare all'interno delle nubi oscure dove nascono le stelle, per vedere cosa succede.
Quando il pianeta rosso era blu
17. January 2013: Sicuramente sai già che la Terra non è l'unico pianeta del Sistema solare, e che di pianeti ce ne sono in tutto otto. Sotto molti punti di vista, il pianeta più simile alla Terra è Marte, che viene chiamato "pianeta rosso" per il colore della sua superficie. Ma è sempre più chiaro che in passato Marte è stato per tantissimo tempo un pianeta blu, ricoperto di laghi, fiumi e mari, proprio come la Terra!
Luce nel buio
16. January 2013: Non sempre le cose sono ciò che sembrano, specialmente nello spazio. Spesso le regioni più vuote del cielo nascondono i segreti più interessanti. In questa nuova bellissima immagine, una nube scintillante di polvere cosmica si staglia su uno sfondo di stelle. A occhio nudo si direbbe che nubi come questa siano deserte e scure, ma in realtà alcune di esse contengono le nebulose più brillanti e le stelle giovani più calde dell'Universo!
  1 | 2 | 3 | 4 Nächste »
Angezeigt werden 1 bis 20 von 62